Talenti Vulcanici, news

Al via "Babelicantes", nuovo progetto di Associazione Talenti Vulcanici in coproduzione con Caméra Musique

|

Babelicantes - suoni diversi dalla Torre di Babele, è un progetto nato dalla collaborazione tra Associazione Talenti Vulcanici e Caméra Musique, da un’idea di Duilio Meucci condivisa e resa possibile da Marco Rossi e Federica Castaldo,  per mettere in comunicazione i tanti differenti verbi che abitano il logos musicale attraverso un ciclo di appuntamenti i cui protagonisti coniugheranno conversazione ed  interpretazione musicale, per rispondere alle tante istanze che l’ascolto della musica e la sua interpretazione sollevano nel pubblico, il cui ruolo è sempre più attivo nel suo sforzo di interpretazione ultima del significato che una esecuzione musicale può avere.
Gli appuntamenti di Babelicantes non sono mai uguali a se stessi, variando  in base alle modalità e alle narrazioni personali dei suoi protagonisti e dei compositori che proporranno in programma. Gli artisti coinvolti saranno capaci di mostrare una visione ulteriore, di tradire molte delle possibilità che il senso musicale offre, di ispirare un dialogo che si affianchi all'esperienza del concerto e che la accompagni verso una fruizione nuova.

Si parte venerdì 9 ottobre (ore 20.00) presso la Chiesa di San Rocco con il primo appuntamento, Domenico Scarlatti e l’arte della trascrizione; alla chitarra Alberto Mesirca.
 

Dalle note di sala (a cura di Alberto Mesirca) 
Il concerto-conferenza sarà incentrato su una delle figure più interessanti del barocco italo-spagnolo, Domenico Scarlatti, grande virtuoso del clavicembalo a servizio della famiglia reale di Spagna. La sua musica è un continuo rimando alla tradizione più alta della musica per tastiere, che ha trovato tra gli italiani (Frescobaldi, di cui Scarlatti è stato successore a San Pietro, ma anche Corelli e Pasquini) le sue vette di ricerca più alte; ma anche alla musica popolare, delle chitarre e dei ritmi popolari portoghesi e spagnoli, delle fanfare e delle bande di paese, nobilitandoli e trasfigurandoli verso una musica "alta". Ci sono anche continui rimandi alla scrittura liutistica e vihuelistica, in quelle che il musicologo Kirkpatrick definisce "polifonie apparenti", nei pedali e nei richiami alle scale modali, negli accordi in figurazioni arpeggiate. E della pratica liutistica si parlerà anche in riferimento alla trascrizione, pratica comune tra i grandi virtuosi dello strumento, come Francesco Canova da Milano, che trascriveva i madrigali di Clement Janequin, o Luys de Narvaez, che trascrisse, fiorendolo, uno struggente brano di Josquin Desprez.La riscoperta novecentesca di Scarlatti e del clavicembalo ha portato, anche nel mondo chitarristico a omaggi, più o meno diretti, a questo mondo sonoro, da parte di autori illustri come Manuel Maria Ponce, Angelo Gilardino, e infine Vicente Asencio, che dedica a Scarlatti e ai suoi "Essercizi" un meraviglioso "Homenaje". 

--- 

BABELICANTES
suoni diversi dalla Torre di Babele
 
Ideazione e consulenza artistica | Duilio Meucci
Produzione esecutiva e coordinamento artistico | Federica Castaldo e Giuliana Carbone
Associazione Talenti Vulcanici
in coproduzione con Caméra Musique
 

Venerdì 9 ottobre | ore 20.00
Chiesa di San Rocco a Chiaia
 

Domenico Scarlatti e l’arte della trascrizione 
Alberto Mesirca chitarra 

Musiche di Francesco Canova da Milano, Jacques Arcadelt, Luys de Narvaez, Josquin Desprez, Domenico Scarlatti, Manuel Maria Ponce, Angelo Gilardino, Vicente Asencio

Ingresso libero su prenotazione
Prenotazione obbligatoria scrivendo a info@talentivulcanici.it 

www.talentivulcanici.it | info@talentivulcanici.it
tel. 081 7647400