Talenti Vulcanici, news

TRE CONCERTI PER “COSTELLAZIONE TALENTI”

|

Napoli. Dall’esperienza dell’Ensemble Talenti Vulcanici inizia, sabato 26 giugno alla Chiesa di San Rocco a Chiaia, il progetto speciale “Costellazione Talenti”. Realizzato in collaborazione con la Fondazione Pietà de’ Turchini e inserito nella programmazione regionale de “La Campania è Teatro, Danza e Musica”, propone in tre concerti un ciclo riservato a giovani musicisti, italiani e non. “La programmazione ideata – sottolinea il direttore artistico Stefano Demicheli – accoglie, nel segno dell’innovazione e dell’originalità, giovani artisti capaci di mostrare una visione differente, di “tradire” molte delle possibilità che il comune senso musicale offre e farsi così portatori di nuove idee”.

Nella serata inaugurale, sabato 26 giugno (ore 19.30), il ciclo propone il concerto intitolato “Il discorso a quattro voci”, un singolare viaggio musicale che, dal convivio rinascimentale di strumenti, arriva allo splendore del quartetto d'archi classico. In scena ci sarà il Quartetto A.M.I. (Alla Maniera Italiana) composto in questa occasione da Giacomo Coletti (violino), Diego Castelli (violino), Luca Moretti (viola), Anna Camporini (violoncello) che eseguirà musiche di Marini, Purcell, Bach, Haydn, Mozart, Beethoven, Mendelsshon, Moretto.

A seguire, il programma presenta, mercoledì 30 giugno (ore 19.30, Chiesa di Santa Caterina da Siena), l’Accademia degli Umoristi con il concerto “Dario Castello, sonate concertate in stil moderno”. Un progetto monografico dedicato al singolare compositore veneziano nato nel capoluogo lagunare nel 1602. Vita breve (muore a soli 29 anni) ma intensa, e notevole la sua produzione molto apprezzata per l’ecletticità del suo “stil moderno” capace di combinare l’antico (tra mottetti, ricercar e canzona) al moderno (riconducibile ai tratti tipici dell'opera monteverdiana). In scena i musicisti Susanne Geist (flauto), Giulio De Felice (flauto), Stefano Cicerone (trombone), Alessandro Lione (trombone), Matteo Cotti (organo). 

Costellazione Talenti termina, lunedì 26 luglio (ore 19.30, Chiesa di San Rocco a Chiaia), con Juan José Francione nel concerto “Da Venezia a Roma”, un viaggio musicale nello sviluppo e nell’uso del liuto. In scena Francione imbraccia gli antichi strumenti, liuto ed arciliuto, per offrire frammenti scelti dal rispettivo repertorio evidenziandone trasformazioni fisiche e stilistiche. Ricercar, saltarelli e fantasie sono il punto di partenza di questo percorso che inizia nel rinascimento veneziano per proseguire con le seicentesche “toccate”, “canzone” e “passacaglie” in voga nel centro Italia ed approdare a Roma, con la “Suite” in cui riecheggia lo stile operistico italiano. Musiche di Dall’Aquila, F. da Milano, Gorzanis, Kapsberger, Piccinini, Galilei.

Biglietto euro 5.
Prevendita 
www.azzurroservice.net. Info: tel. 081 7647400 www.talentivulcanici.it. Prenotazione obbligatoria scrivendo a info@talentivulcanici.it

 
  

Comunicazione e Ufficio Stampa
Renato Rizzardi - Studio Tema e Associati
Vico lungo del Gelso 44, Napoli
0815447945 mob. 3393800826